La Storia siamo Noi, no Demagogia e no Negazionismo

Purtroppo se uno Stato Sovrano viene invaso perche' vuole per se un futuro diverso da quello che uno Stato confinante

gli vuole imporre, ci vogliono le armi per difendersi.


Visto che il paese invaso e' in Europa e non in Africa, spetta all'UE Unione Europea fornire queste armi non alla UA Unione Africana.


Se poi arrivano a spizzichi e bocconi o qualcuno ne fornisce in quantità maggiore in base ai suoi approvvigionamenti

ci sara tempo e modo di ripartire tali spese, ma diamo ste armi, che servono armi alla Resistenza Ucraina.


La popolazione invasa sta Resistendo per la sua liberta e per la nostra liberta'.


Pare che il tasso di crudelta' e cinismo si sia talmente alzato che dopo gli orrori sui civili Ucraini che non hanno portato

al tanto sperato crollo del Governo Ucraino, da parte del regime Russo si e' fatto un macrabo calcolo, la guerra di logoramente. 


Loro uccidono i nostri, noi uccidiamo i loro, noi abbiamo piu riservisti e quindi alla fine vincera' la Russia per logoramente delle truppe in campo. 


Quindi anche le vite dei militari Russi non contano piu niente per il regime IMPAZZITO al Cremlino, regime che manda al massacro 18enni dicendo loro che e'

un esercitazione.


In un contesto del genere NO ALLA DEMAGOGIA sulle armi. Assolutamente NO ALLA DEMAGOGIA sulle armi.

Ma far arrivare queste armi il prima possibile alla Resistenza Ucraina.


Non vi state confrontando con un sondaggio elettorale o di correnti interne, vi state tutti misurando con la storia. 

Il Governo Italiano deve fare la sua parte in Europa per scrive la storia della Comunita Europea nella maniera giusta.


Secondo eminenti testate giornalistisce Il Fatto Quotidiano, Il Messaggero, Il Tempo, Libero , il Corriere, Vladimir Putin potrebbe essere 

l'uomo piu ricco del mondo. Ricchezza non frutto evidentemente del lavoro di politico svolto e dello stipendio percepito per tale lavoro.


Si parla di 200 Miliardi di dollari.


E' chiaro che con tutti questi soldi si puo comprare il consenso non solo in Russia, ma anche fuori.


E quindi spetta a noi Occidentali non dare spazio sui giornali, nelle tv e nelle radio ai prezzolati di Putin anche in Italia.


Ma attaccare una bella lettera scarlatta addosso ai vari Negazionisti filo Putiniani, una bella Z che a loro piace.


Non si puo invitare in tv il coglione di turno che cerca di mitigare la signora uccisa in bici, la famiglia uccisa mentre era in auto,

le persone  uccise in fila per il pane o le fosse comuni a Maripul e Bucha , parlando dell'imperialismo a stelle e strisce e volendo far sembrare

che tutto sommato va bene o debba essere accettabile quello che sta accadendo in Ucraina.


Essere prezzolati da un regime che sta uccidendo civili in uno stato differente dal regime stesso e poi vivere nella nostra democrazia

e' troppo comodo. Parlare male della Nato e essere in un paese Nato e' troppo comodo.


Chi nei vari partiti e' filo Putiniano deve essere cacciato a calci in culo dai segretari di partito, perche' e' di fatto filo assassino.


NO AL NEGAZIONISMO.


In questo momento la storia ci sta dicendo che il cancellerie del terzo Reich finalmente ha trovato il suo succesore nel Presidente delle Federazione Russa.


In questo momento la storia ci sta dicendo che il Mein Kampf ha trovato finalmente il suo successore nella Guerra Imperiale di Putin.


In questo momento la storia ci sta dicendo che il genocidio degli Ebrei ha trovato successione nel genocidio dei civili di Maripul , Bucha e della popolazione Ucraina tutta.


Non e' cosi improbabile che la seconda Guerra Mondiale trovi come successore la Terza Guerra Mondiale.


Non e' cosi improbabile che dopo Hiroshima e Nagasaki ci saranno altri funghi atomici e che magari saranno in Europa.


NO ALLA DEMAGOGIA sulle armi.


NO al NEGAZIONISMO prezzolato.


Molto probabilmente ne usciremo tutti, il mondo ne uscira', solo quando Putin morira'. E perche' muoia o si fa il tifo per il tumore alla tiroide  o l'Occidente lo fa fuori o c'e' da sperare che i Russi lo facciano fuori.

Anche se riuscisse il piano CRIMINALE di questo PAZZO di spezzare l'Ucraina come la Corea del Sud e la Corea del Nord. E una parte del territorio Ucraino finisse nelle mani del Regime Russo, avremmo davvero la pace in Europa? No. Avremmo solo tutti legittimato che uno Stato con la violenza più soggiogarne un altro anche qui in Europa. Avremmo alle porte dell'Europa un altro staterello canaglia che e' anti Europeo e contro l'Occidente.

Se si puo lasciar accerchiare coi tank una citta e poi affamarne la popolazione riducendola a bere acqua dalla pozzanghere, bombardare il teatro rifugio di più di 1000 civili con tanto di scritta bambini ... e poi mettere un nuovo sindaco Russo ( ... non in Africa in Congo o in Burkina Faso ma qui in Europa a poche ore di distanza da Berlino, da Milano, da Varsavia, da Praga ... ) per noi Europei sarebbe l'inizio della fine. Non possiamo consentire questa barbarie in Europa.

La cosa più lucida che ho visto fare fino ad oggi e' l'attacco aereo Ucraino in territorio Russo.

I Russi devono capire che quello che fanno agli altri con cosi tanta leggerezza possono riceverlo da tutti gli altri.

I Russi devono capire che ora a causa delle loro azioni scellerate sono piu vulnerabili.

I Russi devono capire che possono essere colpiti in ogni modo in ogni momento perche' si sono posti sul piano internazionale mettendo da parte la civilta' e dando spazio alla barbarie, sono fuori da ogni assise internazionale con le loro azioni. 

I Russi devono capire che e' un boomerang questa invasione e ne usciranno peggio di come ne sono entrati.

Arriveremo alla fine di questa storia solo facendo fare a Putin la fine di Hitler, quindi NO DEMAGOGIA sulle armi ci servono per resistere e per rovesciare il regime Russo, NO NEGAZIONISMO il regime c'e' e' feroce e torneremo tutti sereni in Europa solo quando il vertice di questo regime sara' decapitato.

Ormai e' una lotta tra la civilita' Occidentale e il terrorismo Russo e quest'ultimo non deve prevalere.