Ultimo POST, toto Ministri

Domenica prossima si vota e quindi questo sara' l'ultimo post sul tema Politiche 2022,
tag importantissimo non solo per neo passionari etero con jacuzi in terrazzo dell'attico icone dei diritti gay che poi torneranno ai party Hollywoodiani,
ma dopo 2 anni e mezzo di covid anche per tantissimi Italiani che vivono qualche piano piu sotto e operano in settori che sono usciti con le ossa rotte dalla pandemia e magari stanno allungando le file davanti ai cancelli di pane quotidiano o contano ancora sulla rete di mutuo soccorso familiare.

Elezioni importantissime perche' la guerra in Ucraina ha innescato una crisi energetica in Europa che l'Italia per le sue non scelte e il suo mix energetico vitage composto per l'80% da fonti fossili si becchera' in pieno e questo incidera' sul PIL dei prossimi anni e sui posti di lavoro degli Italiani, sui loro salari,acuendo lo sboom demografico che ci vede gia ultimi in Europa ... e una societa' composta da una piramide capovolta dove i vecchi pensionati saranno di piu dei giovani che dovranno pagare le pensioni non sara' sostenibile,implode.

Di ieri sul Sole 24 Ore un piano Francese per sospendere le forniture elettriche dalla Francia all'Italia, di oggi la smentita transapina. E' evidente a tutti gli Italiani ( e a tutti i patner Europei ) la lacuna Italiana nel suo mix energetico e la sua condizione che la rende dipendente ed esposta...come e' evidente che veniamo da un estate in cui un ghiacciaio e' crollato e non c'erano acque nelle fontane, quindi l'idroelettrico andra' ricalibrato nel mix energetico dei prossimi anni.

[Ricordiamo che la Francia produce l'elettricita che ci vende con le centrali Nucleari, ne ha 19 di centrali elettronucleari che al loro interno hanno 58 reattori nucleari. Di queste 19 , 4 sono prossime al confine Italiano: Cruas, Saint Alban, Bugey e Tricastin e situate tra l'altro in zone di moderato o medio rischio sismico.]

Nel prossimo Governo il Ministro dello Sviluppo Economico dovra iniziare il suo mandato diminuendo la dipendenza dell'Italia dalle fonti fossili.

Magari costruendo finalmente delle centrali nucleari, come quelle Francesi?

E poi il gas Russo di Putin arriva dalla Siberia a circa 5000 kilometri dall'Italia, 

il gas del Mediterraneo dell'Algeria o della Libia e' a circa 500 kilometri dall'Italia, 

si potranno/dovranno costruire delle pipeline sottomarine in collaborazione con questi paesi Africani e con l'Europa, per eliminare la dipendenza dal gas Russo?

Potremo fornirlo noi Italiani il gas agli altri paesi Europei che ne abbisogneranno?

POSSIAMO DIVENTARE GLI EROGATORI DEL GAS DAL SUD EUROPA?

Sempre il Ministro dello Sviluppo Economico dovra promuovere la costruzione dei mega porti per l'adeguamento alle navi Megacontainer in modo che da

Quindao Cina ( 18.26 milioni di Teu annui)
Hong Kong Cina ( 19.60 milioni di Teu annui )
Busan South Korea ( 21.66 milioni di Teu annui )
Guangzahou Cina ( 21.87 milioni di Teu annui )
Ninghbaouzouan Cina ( 26.35 milioni di Teu annui )
Shenzhen Cina ( 27.74 milioni di Teu annui )
Singapore ( 36.60 milioni di Teu annui )
Shanghai Cina ( 42.01 milioni di Teu annui )

anche noi Italiani potremo essere determinanti su queste rotte commerciali che ora fanno capo a Rotterndam.

Rotterdam, non basta, ha solo 15 milioni di Teu annui e anche se lo allargheranno di altri 7 milioni di Teu non bastera' ancora.

POSSIAMO DIVENTARE l'HUB COMMERCIALE MARITTIMO DEL SUD EUROPA con la Cina e tutto il mondo?

Sono tanti posti di lavoro e nel sud Italia e si possono occupare anche tanti extracomunitari oggi a spasso.

Sempre il Ministro dello Sviluppo Economico dovra far ripartire i cantieri della TAV finanziata interamente coi fondi Europei, un treno che ad oggi e' stato perso, miseramente.

Quindi il Ministro dello Sviluppo Economico, nel toto Ministri , va tenuto e' la pietra angolare di un Italia che vuole cambiare per davvero!